Premio Industria Felix copertina

La SIA si aggiudica il Premio Industria Felix

admin

La SIA, il 4 marzo 2021, è stata invitata a ritirare l’Alta Onorificenza di Bilancio come Migliore Piccola impresa della regione Lazio per performance gestionale e affidabilità finanziaria Cerved, durante l’edizione digitale del Premio Industria Felix – Il Lazio, la Toscana e l’Abruzzo che competono 2021

Il trimestrale di economia e finanza Industria Felix Magazine, supplemento gratuito con Il Sole 24 Ore, è stato fondato nel 2019 sulla base del successo del Premio Industria Felix – L’Italia che compete, istituito nel 2015 in Puglia, consolidatosi nel 2017 a Milano e sviluppatosi oggi in quasi tutte le regioni italiane e a livello nazionale.

Cenni sul Premio Industria Felix

Il Premio, organizzato dal periodico IFM (edito dal Centro Studi Industria Felix s.r.l.), è tra i primi riconoscimenti che viene assegnato sulla base di un’inchiesta sui bilanci delle aziende italiane, quindi su numeri incontrovertibili. La sintesi dell’inchiesta, estratta rispetto ad un oggettivo algoritmo di bilancio ordinato per Mol decrescente, è sottoposta all’attenzione di un Comitato Scientifico composto da economisti, banker, imprenditori e manager di alto profilo presieduto dai delegati dell’Università Luiss Guido Carli e di Confindustria (partners dell’evento). Il Comitato Scientifico assegna le “Alte Onorificenze di Bilancio”, così sono definiti i riconoscimenti alle aziende, riservate alle società di capitali con sede legale in Italia performanti a livello gestionale, affidabili a livello finanziario rispetto al Cerved Group Score e, in alcuni casi, sostenibili.

Cenni sul Centro Studi Industria Felix

L’obiettivo del Centro Studi Industria Felix è mettere in rete tra loro le aziende virtuose e raccontare l’Italia che compete attraverso gli eventi, i comunicati stampa e il trimestrale Industria Felix Magazine, che soltanto dopo il primo numero ha suscitato l’interesse del Gruppo 24 Ore. Il Premio Industria Felix 2020 gode della media partnership di Ansa e de Il Sole 24 Ore ed è realizzato in collaborazione con Cerved, Banca Mediolanum, Mediolanum Private Banking, Grant Thornton, Lidl Italia, Sustainable Development.

Dettagli sulla premiazione di La SIA

La SIA è stata scelta dal Comitato Scientifico partendo da un algoritmo che ha selezionato solo aziende che nelle rispettive categorie hanno registrato tra i migliori mol, utile, roe positivo, rapporto oneri finanziari/mol inferiore al 50%, un delta addetti pari o crescente rispetto all’anno precedente e un pact di solvibilità o sicurezza finanziaria, che è una valutazione sintetica del merito creditizio delle imprese italiane realizzata da Cerved, ottenuto attraverso una suite di modelli statistici che consentono di stimare per ogni impresa una probabilità di insolvenza. La maxi inchiesta è stata condotta su poco più di 143mila bilanci di società di capitali con sedi legali nelle tre regioni: 85.420 nel Lazio, 45.087 in Toscana e 13.126 in Abruzzo.

L’assegnazione del premio è avvenuta con invito all’evento del 4 marzo scorso, al quale ha partecipato, in rappresentanza della Società, il nostro Direttore Tecnico, Mario Rampini. L’evento si è tenuto in modalità digitale sulla piattaforma Zoom.

Il riconoscimento ottenuto premia le linee strategiche seguite dalla proprietà che ha, da sempre, supportato lo sviluppo del Core Business attraverso il potenziamento e la crescita delle Aree di Finanza e Controllo. Tale scelta ha garantito, nel corso degli anni, il perseguimento di una politica di controllo capillare dei costi e dei flussi finanziari attraverso l’implementazione di una contabilità analitica per centri di costo ed il monitoraggio delle variabili finanziarie.

Grande attenzione è stata posta sugli investimenti in digitalizzazione e strumenti di Business Intelligence.

La totalità dei flussi aziendali è gestita attraverso un sistema ERP, integrato con software dedicati alla gestione delle dinamiche finanziarie.

Questa politica ha consentito, nel corso degli anni,

• il costante monitoraggio delle principali variabili economiche e finanziarie,
• lo sviluppo di un sistema di Costi Medi Orari per reparto
• la predisposizione ed il controllo di cash forecast annuali
• la definizione di dettagliati Budget economici

—–

Dott. Massimiliano Loddo
Responsabile Amministrazione, Finanza e Controllo

La SIA diventa Spa

La SIA diventa Spa

Team La SIA

La Sia, in coerenza con il piano industriale definito dal management aziendale quattro anni fa, continua il suo percorso di crescita e sviluppo, nonché di ridefinizione dei propri assetti organizzativi.

Tra gli obiettivi ad oggi raggiunti e consolidati:

  • Costituzione di un unico “gruppo” tramite una holding operativa con funzioni di direzione e coordinamento
  • Raggiungimento del target di fatturato annuo predefinito dall’azienda
  • Trasformazione della società di ingegneria La Sia Srl in La Sia Spa

Un ringraziamento particolare va al management ed a tutta la struttura operativa che hanno permesso il raggiungimento di tali risultati, ma, soprattutto, proiettano La Sia nel prossimo futuro.

Gli Azionisti
La Sia Spa

SAIE Bologna - La SIA ingegneria

La SIA a SAIE 2018 – Tecnologie per l’edilizia e l‘ambiente costruito 4.0

Team La SIA

Anche quest’anno abbiamo avuto modo di partecipare al SAIE, la famosa fiera dell’edilizia che si tiene ogni anno a Bologna, ed anche quest’anno è stato dedicato uno spazio al tema della digitalizzazione e del BIM. In questo articolo vogliamo raccontarvi la nostra esperienza e le nostre impressioni sull’evento. È ormai chiaro il fatto che sempre più imprese, studi ed aziende nel settore dell’edilizia, si stanno avvicinando al tema della digitalizzazione. Alcuni lo fanno perché credono che effettivamente l’implementazione di metodi e processi digitali possa portare dei vantaggi nei prossimi anni, altri lo fanno perché lo scorso gennaio è stata pubblicato il decreto sulla digitalizzazione che prevede di arrivare nel 2025, con un sistema a “cascata”, alll’obbligatorietà di avere in azienda un’organizzazione basata su questo metodo, in modo da poter partecipare alle gare pubbliche. A prescindere dalle motivazioni, con piacere abbiamo notato che la direzione che si sta prendendo è questa, implementare il processo digitale all’interno della propria attività in modo da allinearsi alle esigenze di mercato.
Tra i vari interventi ai quali abbiamo avuto il piacere di assistere, ne elenchiamo alcuni che, secondo noi, sono stati tra i più interessanti:

Realtà aumentata ed intelligenza artificiale nei processi di progettazione
Realtà aumentata ed intelligenza artificiale nei processi di progettazione
Relatori:
Cesar Escalante – Design Technology Manager, HOK, San Francisco, CA
Alberto Tono – AR Deep learning BIM, HOK San Francisco, CA
Capacità computazionali e progettazione
Capacità computazionali e progettazione
Relatore:
Alain Waha – BIM lead, Buro Happold, London, UK
BIM dal punto di vista del contractor: l’ampliamento T2 dell’aeroporto di Hong Kong
BIM dal punto di vista del contractor: l’ampliamento T2 dell’aeroporto di Hong Kong
Relatore:
Francesco Tizzani – BIM Manager, Leighton Asia, Shenzen City, China
Opportunità ed ecosistemi nel mercato della digitalizzazione
Opportunità ed ecosistemi nel mercato della digitalizzazione
Relatore:

Claudio Vittori Antisari – Founder, Strategie Digitali, Milano, Italy
Metodologia BIM per i progetti di riqualificazione energetica
Metodologia BIM per i progetti di riqualificazione energetica
Relatori:
Riccardo Pagani – CEO, React Studio & BIMon, Roma, Italy
Veronica Veschi – BIM Coordinator, BIMon, Roma, Italy
Computational Design nei processi HBIM
Computational Design nei processi HBIM
Relatori:
Giacomo Bergonzoni – BIM Manager, OpenProject. Bologna, Italy
Fabrizio Sampietro – BIM Specialist, OpenProject. Bologna, Italy

Strumenti di Business Intelligence per analisi e validazione dei dati di progetto
Strumenti di Business Intelligence per analisi e validazione dei dati di progetto
Relatori:
Manuel Andrè Bottiglieri – Developer e BIM Specialist, Lombardini22. Milano, Italy
Viola Cambiè – R&D, Lombardini22. Milano, Italy

Ovviamente non è stato possibile inserire tutti gli interventi a tema BIM, ma sia gli interventi elencati che non, hanno suscitato un grande interesse da parte di imprese e professionisti del settore. Tra i vari stand che erano a disposizione dei visitatori di quest’anno, abbiamo notato un grande interesse anche a tutto quello che riguarda il mondo del rilievo laser-scanner, sia utilizzando droni dai 30cm fino ad 1m e mezzo di grandezza, sia con l’utilizzo di laser-scanner dotati di treppiede.
La SIA infatti, negli ultimi 18 mesi, perseguendo l’obiettivo di implementare un processo digitale valido, ha inserito all’interno del suo organico, diverse risorse con competenze sul tema BIM e digitalizzazione, come ad esempio l’architetto Gianpaolo Stringa, che ha dedicato parte del suo tempo allo sviluppo di workflow sull’utilizzo di laser-scanner per la creazione di modelli BIM a partire delle nuvole di punti; l’architetto Ernesto Pellegrino, responsabile ricerca e sviluppo e l’ingegnere Eleonora Palladino, che si sono occupati di implementazione dei processi di digitalizzazione a servizio delle varie discipline progettuali; e l’ingegnere Lucia Tirino, che si sta occupando della gestione e del coordinamento BIM di un progetto che vede più di 30 risorse coinvolte. La partecipazione all’evento di Bologna, ci ha fatto constatare con piacere che la nostra azienda, La SIA, ha intrapreso una direzione in linea con quanto sta avvenendo all’interno di altre aziende, che hanno deciso di puntare sulla digitalizzazione dei processi progettuali, garantendo a tutti i propri clienti un alto livello di qualità informativa e di collaborazione interdisciplinare.

Contatti Headquarters La SIA

Viale Luigi Schiavonetti 286, Roma

+39 06 4544 1972

Presentazione Azienda

Scarica

Politica Integrata

Visualizza